italia ~ piemonte ~ cuneo ~ garessio ~ trappa

 

Rocapredenna

A Garesce suvra u Burgu,

d'l dau  ,

i' na roca ota e bla,

ch'a se slana versu u .

L'oiva, u zeru, a fioca, u ventu

l'han scav drentu dau c,

e i han faciu 'n munumentu,

ch'un se trva int'insciun l.

                                                            Rocapredenna...

a ti pensi i Garescin,

chi sun luntan

da Tane e dau Mindin

I' sciurtiu 'na Madona

ch'a i ha 'n brassu u s Bambin

che d'l in ima sempre a vorda

tcci quanci i Garescin.

O ni ha nen in mantu d'oru,

n candeire avische ai p,

ma d'inturnu pin e biule

e per sfundu ttu u e.

                        Rocapredenna...

A s'in sta sempre in p sula,

bla, dricia, ota laci,

dopu a str du San Bernardu

u si i riva dma cui m.

Ma s'ti a vughi dma na vta

ti na pi ci dismenti;

s't'hai da st fra d'Garesce

aura o pi, ti vi turn.


Rocapredenna

A Garessio sopra il Borgo,

oltre il  "",

c' una roccia alta e bella,

che si slancia verso il cielo.

L'acqua, il gelo, la neve, il vento

l'hanno scavata dentro dal cuore,

e ne hanno fotto un monumento,

che non si trova in nessu altro luogo.

                                                            Rocapredenna...

pensi ai Garessini,

che sono lontani

dal Tanaro e dal Mindino

Ne uscita una madonna

che ha in braccio il suo Bambino

che da lass in cima sempre osserva

tutti quanti i Garessini.

Non ha un manto d'oro,

n candele accese ai piedi,

ma intorno pini e betulle

e per sfondo tutto il cielo.

                        Rocapredenna...

Se ne sta sempre un po sola,

bella, dritta, alta lass,

dopo la strada del San Bernardo

si ci arriva solo con i muli.

Ma se la vedi solo una volta

non la puoi pi scordare;

se hai da stare fuori da Garessio

ora o poi, ci vuoi tornare.

 

italia ~ piemonte ~ cuneo ~ garessio ~ trappa